Pars Museum of Shiraz

Pars Museum of Shiraz 06/06/2019




Museo Pars di Shiraz
Shiraz è sede di numerosi musei storici. Il museo più antico della città è il museo Pars risalente alla dinastia safavide (1501-1722). Situato in un padiglione nel giardino di Nazar, il museo è la preziosa collezione di oggetti iraniani antichi e contemporanei. Il Museo Pars è una delle parti più importanti di tutti i tour di Shiraz o dei tour in Iran per chiunque si rechi a Shiraz.


La breve storia del giardino di Nazar e del Museo Pars
Il giardino di Nazar è uno dei giardini più antichi e più grandi di Shiraz, che era un giardino prolifico durante il dominio di Zand. Il giardino di Nazar si trova in uno dei quartieri più storici di Shiraz, vicino ad alcune famose attrazioni turistiche di Shiraz nella piazza Shahriar. Il giardino di Nazar è anche conosciuto con altri nomi come il giardino del museo, la tomba di Karim Khan Zand, il palazzo Kolah Farangi, il giardino governativo e il giardino principe.
Il giardino ha subito diversi restauri ed ampliamenti da quando è stato costruito. Durante il regno di Karm khan Zand (il XVIII secolo) furono costruiti importanti restauri nel giardino e vi furono aggiunti alcuni edifici come l'Emarat Kolah Farangi (Padiglione), l'attuale Museo Pars, Divan Khane e altri edifici. Questi edifici furono usati per tenere importanti cerimonie ufficiali e intrattenere i funzionari governativi e gli ambasciatori stranieri.

L'architettura e le caratteristiche del Museo Pars
La caratteristica sorprendente del Giardino di Nazar è il padiglione ottagonale che si trovava in mezzo al giardino, che fu invertito in un museo nel 1936. Il padiglione è arroccato su un dadoes monolitico con un'altezza di 1,5 sopra la superficie del giardino. Le pareti esterne del padiglione presentano squisite piastrelle con motivi floreali e di uccelli. Ci sono anche le scene di caccia e la scena del trono del profeta Soleyman su ciascun lato dell'edificio. Nella parte orientale e occidentale del padiglione ci sono due stagni rettangolari con alcuni vasi di fiori attorno a loro, creando una scena piacevole. Il giardino è anche pieno di pini, alberi di cedro, arance acide e splendidi fiori che si aggiungono alla bellezza della dimora.

Su quattro lati dell'edificio ci sono quattro porte in legno, che conducono all'interno del palazzo attraverso gradini in pietra curva. L'interno del palazzo comprende una sala centrale con quattro magnifiche nicchie e stanze angolate tra di loro. La tomba di pietra di Karm Khan Zand si trova nell'alcova orientale che è una pietra di marmo con alcuni delicati scritti.
La cupola e le pareti dell'edificio sono impreziosite da splendidi stucchi con splendidi dipinti e affreschi floreali e botanici, tipici delle decorazioni persiane nell'era Zand. Ci sono 10 scene di pittura risalenti alla dinastia Zand sulle pareti dell'edificio. Includono la scena di battaglia di Nader Shah Afshar e dell'indiano Mohammad Shah, la scena romantica di Sheikh Sanan e la figlia Nosrani, la scena di Yusuf e Zolaikha, la scena di studio di Saad, il grande studioso persiano del figlio di Atabak e figlia e la scena della danza. Il dipinto distintivo è la scena di Karim Khan Zand circondato dai suoi ospiti mentre fuma il bobble hobble.
Un'altra caratteristica elegante del palazzo è lo stagno ottagonale al centro della sala, realizzato in marmo.

Il museo Pars nel padiglione
Una delle sezioni più accattivanti del padiglione è il Museo Pars che è stato sottoposto a due restauri negli anni '70 e '80 a causa della distruzione fatta da Agha Mohammand Khan Qajar. Rimosse anche l'osso di Karim Khan Zand nel Palazzo del Golestan a Teheran che fu restituito al suo luogo di sepoltura originale nel Museo Pars durante l'era Pahlavi.


Il museo di Pars è la raffinata collezione di oggetti pre islamici e post islamici e contemporanei come oggetti in metallo e ceramica, oggetti in ottone e bronzo, libri scritti a mano, dipinti, vecchie monete, ecc. Tra gli oggetti preziosi si possono vedere la scritta Quran scritta a mano, la spada di Karim Khan Zand, il ritratto di Hafez, il famoso poeta persiano e il suo amato ShakhNabat, e dipinti ad acquarello di Suratgar-e-Shirazy, il famoso artista del periodo Zand.

Inoltre, ci sono tre preziose reliquie nel giardino. Uno di questi è il plinto di pietra del palazzo Khorshid con la foto di due leoni curvati su di esso, risalenti all'epoca di Qajar. L'altra è la pietra cilindrica legata alla storia di Ramgard risalente al 1194. E l'ultima pietra storica è la pietra di base del palazzo Khorshid raffigurante le figure di Ferdowsi Shahname (Epoee) risalenti all'epoca di Qajar.

Scarica l\'app mobile!

La nostra app ha tutte le esigenze di prenotazione coperte: canali di pagamento sicuri, facile processo di prenotazione in 4 fasi e design eleganti per l\'utente. Cosa si può chiedere di più?